Prelec Tena

Live from Russia: elezioni e proteste /1 [26/02/2012]

Tena Prelec (da Mosca)

Mosca - La Russia si sta preparando all’ultima settimana di campagna elettorale per le elezioni presidenziali, che avranno luogo domenica 4 marzo.

Secondo recenti sondaggi [1], Vladimir Putin è il candidato favorito per la vittoria, con il 66% degli intervistati che dichiara che voterà per l’attuale primo ministro. Gli altri quattro candidati, Sergei Mironov, Mikhail Prokhorov, Gennadij Zjuganov and Vladimir Zhirinovski, sembrano non avere possibilità di vittoria.

Sergei Mironov, 59 anni, è il fondatore del partito Russia Giusta, ed è stato presidente della camera alta del parlamento russo dal 2001 al 2011. E’ stato per lungo tempo un sostenitore di Putin, prima di candidarsi contro di lui.

Mikhail Prokhorov, 46 anni, è un oligarca russo con una grande ricchezza proveniente dal settore minerario. E’ il proprietario della squadra di basket New Jersey Nets. La sua popolarità è recentemente aumentata fra la popolazione giovane e di orientamento liberale. Qualche giorno fa ha cantato pubblicamente una canzone rap, subito diventata una hit su Youtube.

Vladimir Zhirinovski, 65 anni, è l’attuale vice-presidente del parlamento russo, e leader dei liberal-democratici. Il suo atteggiamento apertamente razzista è stato molto criticato da varie parti, e non gli ha sottratto parecchia credibilità. E’ la quinta volta che si candida per la presidenza della federazione.

Gennadij Zjuganov, 67 anni, è il leader del partito comunista – l’unico partito di opposizione tollerato da Putin. Anche se i comunisti raccoglieranno probabilmente il maggior numero di consensi dopo Putin (6% secondo gli ultimi sondaggi), il partito ha smesso di essere un rivale credibile di Russia Unita, il partito di Putin e Medvedev, diversi anni fa.

Nel frattempo, il movimento di protesta iniziato dopo le elezioni parlamentari dello scorso dicembre si sta rafforzando (vedi il dossier di Cartografare il Presente sulla foresta di Khimki). Nuove manifestazioni anti-Putin sono in corso a Mosca, e altre sono pianificate per il giorno delle elezioni e per il successivo 5 marzo. Si prevede che quest’ultima manifestazione sarà particolarmente imponente, con risvolti imprevedibili.

I supporter di Putin hanno organizzato manifestazioni si sostegno al primo ministro. Lo scorso giovedì, circa 130mila persone hanno partecipato ad un evento pro-Putin allo stadio Luzhniki. Fra i partecipanti, molti erano lavoratori trascinati alla manifestazione direttamente dal loro luogo di lavoro, ma c’era anche un gran numero di sostenitori convinti. Anche il gruppo ultra-nazionalista Nashi e Stal’ ha annunciato che organizzerà manifestazioni di protesta.

Sullo stesso argomento